Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

oneBlog e Wordpress

oneBlog e Wordpress


Mi è stato chiesto più volte in che modo sia stata sviluppata la piattaforma per il network oneBlog.
Dopo aver capito le esigenze della redazione, la scelta è ricaduta su Wordpress per diversi motivi:

  • è opensource
  • è gratuito
  • è scritto in php
  • ha centinaia di plugin
  • la comunità che segue il progetto è molto ampia

Se ci fosse Carla ci farebbe un Tech 5.

Ovviamente il concorrente più accreditato era MovableType ma, dopo l'esperienza fatta con Edit, l'ho scartato soprattutto a causa della sua "pesantezza" (non che Wordpress sia poi così leggero, vedremo poi perchè).

Inoltre, al momento di dover decidere nel 2007, non era ancora disponibile la versione 4.x di MT (sicuramente più light in termini di risorse) ed il codice era ancora a pagamento.
Da non dimenticare, infine, il pannello di di amministrazione: fino alla versione 3.x l'utilizzo della piattaforma poteva risultare ostico (e pure un po' agnostico cit.) anche agli utenti più smaliziati. Tenendo conto che sul network avrebbero scritto, in totale autonomia, decine e decine di autori non necessariamente esperti navigatori è facile comprendere il perchè della scelta.

Torniamo a Wordpress.

Trattandosi di un network si potrebbe pensare che sia stata usata la versione MultiUser. No, è una normale versione singola adattata.
Nel marzo 2007, infatti, Wordpress MU aveva diversi problemi (oggi in parte risolti):

  • gestiva solo sottodomini di terzo livello (a noi servivano domini di secondo)
  • diversi plugin importanti non erano compatibili
  • gli aggiornamenti non sono rilasciati così velocemente come per la versione standard
  • avevamo necessità di mantenere formalmente amministrazioni diverse in base al blog, cosa che MU non fa

Inoltre aggiungo che la Multi Utente crea, ovviamente, n tabelle per ogni blog installato, cosa che facciamo anche noi attualmente; era del tutto inutile, quindi, avventurarsi nell'utilizzo di una versione meno diffusa e che, in futuro, potrebbe perdere di interesse per gli sviluppatori.

Dopo tutte queste premesse si è arrivati alla decisione finale: quale ramo scegliere? Il 2.0.x o il 2.1.x?
La risposta è stata semplice, dettata principalmente da alcuni fattori come sicurezza e stabilità (anche perchè sapendo di doverci mettere le mani era meglio partire da qualcosa di "solido"). Ho preferito la versione più rodata e con già diverso tempo alle spalle: la 2.0.x.

Il filone 2.1 era ancora troppo giovane per essere sviluppato e difatti, ancora mi domando perchè l'abbia fatto, dopo qualche settimana dalla nascita del network ho avuto la brillante idea di eseguire l'upgrade alla 2.1.x, portando dietro anche tutte le mie modifiche al pannello di amministrazione (…e non sono poche).

Dopo circa 5 minuti dalla messa online è stato segnalato, sul sito ufficiale, un gravissimo bug di sicurezza proprio sulla versione appena modificata. Non avendo voglia di stare dietro ad blog bucato quanto un colapasta, ho riportato tutto al ramo 2.0.

To be continued…

link sponsorizzati

Consiglialo su Facebook

Lascia un Commento

Iscriviti alle discussione senza commentare

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,319 secondi dopo aver eseguito ben 61 query. Wordpress... prestazioni da urlo!