Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Grattatio pallorum

Grattatio pallorum


La fine dell'anno si avvicina e come sempre, per i maschietti onanisti, si presenta l'obbligo di una scelta: quale calendario comprare?

- MAX
- GQ
- FOX
- Panorama

Insomma: dimmi che culendario hai e ti dirò quanto sei fico… Continua a leggere…

Diamo a Tomas quel che è di Tomas...

Diamo a Tomas quel che è di Tomas…


Finalmente giustizia è fatta! A Tomas Milian vengono riconosciuti i meriti di una grande carriera.

In qualità di amante del trash non posso che gioire di un evento simile… finalmente qualcuno si sta accorgendo di noi!!

Riporto integralmente l'articolo tratto dal Corriere della Sera: Continua a leggere…

Lavori fai-da-te

Lavori fai-da-te


Se è vero che il trash è per molti ma non per tutti, è altrettanto vero che alcune perle vanno assolutamente condivise con il mondo intero. Tutti devono sapere!

Se non avete i soldi per ristrutturare la vostra casa potete sempre ricorre al fai-da-te… ancora meglio se lavorate in perimoza mettendo in bella mostra ciò che madre natura vi ha dato…

dotatotedesco.jpg

Questa stupenda immagine è tratta dal sito di un fenomeno-monnezza tedesco. In questa estate 2004 merita sicuramente il premio rivelazione del panorama trash.

Per altre emozionanti istantanee vi invito a visitare il sito: Clicca e godi

Saibal "delfino curioso" Forti

link sponsorizzati

Italian Style

Italian Style


Di ritorno da un viaggio in aereo, il mononeurone che ho in testa si è messo a ragionare su un'usanza che – credo – sia tipicamente italiana: il famigerato applauso al pilota.

Chi non ha mai assistito a quello spettacolo – stupendamente trash – che vede i passeggeri esplodere in un'ovazione non appena le ruote del velivolo toccano terra?
Se vi dice sfiga c'è pure un gruppetto che urla "Bravo, Bravo"…

Posso capire che qualcuno debba scaricare un po' d'ansia; al limite posso anche accettare che venga fatto su un volo nazionale… ma cazzo non si può applaudire sempre, pure quando si sta volando verso Barcellona con l'Iberia!
Ci manca solo che le hostess escano da dietro il sipario a prendere i fiori gettati dal pubblico.

Se prima il motto del Belpaese era "pizza, gondola e mandolino", tra un po' toccherà aggiungere la voce "applauso".

Che poi basterebbe ragionarci sopra per un attimo: il pilota non ci ha fatto un favore portandoci a terra sani e salvi. Non sarebbe carino se ci facesse sfracellare a terra solo perchè non gli abbiamo fatto la OLA…

E gli altri casi? Ne vogliamo parlare?
Perchè non si battono le mani anche al conducente dell'autobus che azzecca le fermate o al macchinista quando arriva in stazione? Per non parlare dei capitani dei traghetti: pure loro c'hanno due palle così, mica no.

Senza nulla togliere all'estrema bravura dei piloti di linea, saper guidare un mezzo pubblico nel traffico urbano, evitare di far deragliare un treno con i binari fatiscenti che abbiamo in Italia o riuscire ad attraccare senza incidenti nel porto di Olbia a metà Agosto non è mica roba da poco…

A questo punto ci vuole un po' di par condicio: o a tutti o a nessuno. Che pure i dipendenti del Cotral e i Ferrovieri c'hanno un'anima e gli fa piacere se li applaudite.

Ma io sono una persona troppo avanti. Già m' immagino – tra qualche decennio – quando inizieranno i primi sbarchi su Marte. In un futuro volo interstellare – composto da passeggeri terrestri e marziani – gli italiani si distingueranno subito… e giù con le trombe e i cori da stadio:

- CAPITAN, CAPITAN… CHE CE FREGA DER TASSISTA NOI C'AVEMO ER CAPITAN
- E ATTERRA SEMPRE LUI, E ATTERRA SEMPRE LUI…
- OLLELE' OLLALA' BRAVO CAPITA' BRAVO CAPITA'
- UN SOLO GRIDO, UN SOLO ALLARME… TRAMVIERI IN FIAMME, TRAMVIERI IN FIAMME

Ho deciso! La prossima volta che prendo un aereo partecipo alle ovazioni anch'io. Se vedete uno con i fumogeni quello sono io.

Saibal "allacciate le cinture" Forti

Europei di calcio: diamoci un taglio!

Europei di calcio: diamoci un taglio!


Tralascio volutamente il commento calcistico sulla partita inaugurale dell'Italia agli Europei… anche perchè c'è poco da dire.

Vorrei parlare, invece, di FASHION & TRENDY… ovvero le nuove tendenze per l'estate 2004.
A parte i soliti pantaloni di lino, le solite infradito, i soliti costumi hawaiani, mai come quest'anno andrà di moda "il capello trash".

Eh sì! Perchè riguardo la partita di ieri solo di trash si può parlare… ma si sa: i UIPS sono creatori di stile.

Nell'incontro Danimarca – Italia si sono viste cose che nessun umano avrebbe mai voluto vedere… roba che c'era da mandare a letto i bambini anche se erano solo le 18.00. E tutto ciò fa male al calcio.

Ieri ho visto:

Manuel Enrique Mejuto Gonzales:
Dopo aver passato i primi 3 minuti a pronunciare il suo nome (e non è neanche quello completo) si poteva notare una pettinatura in perfetto stile anni '50: cotonato in alto, indietro ai lati.
Fonzie avrebbe fatto carte false per avere una testa così.. l'arbitro c'è riuscito.
Gira voce che, al posto della Gel, abbia usato del calcestruzzo di prima qualità… neanche un capello fuori posto a fine partita.
Nostalgico

Fabio Cannavaro:
Abbandonata la capigliatura da bravo ragazzo, Cannavaro ha optato per un taglio modello "dead man walking": boccia rasata a 2mm senza sfumatura. In evidenza le tante cicatrici e la forma a pera del suo capoccione.
Condannato

Mauro Camoranesi
Di certo non un mostro di bellezza, i suoi lineamenti sono come un "quadro di Picasso": naso, bocca, occhi sparsi a caso sulla faccia.
Per mettere in risalto la sua fisionomia artistica, ha scelto una pettinatura che valorizzasse il viso: uno chignon alto modello "prossima sposina". Più che un oriundo sembrava un filippino.
Coraggioso

Cristian Panucci
Capostipite delle acconciature trash, Panucci rappresenta un vero e proprio baluardo nel campo dei capelli. Probabilmente parente di Cesare Ragazzi, ha fatto della sua capigliatura un marchio di riconoscimento: riga leggermente a destra, ciuffo sull'occhio sinistro, perenne "effetto bagnato".
Può colpire il palo di testa, può rotolarsi in campo come un maiale, potete prenderlo a badilate sulla capoccia, i suoi capelli non si muoveranno di un millimetro. Lui non potrà mai avere i pidocchi… al massimo i tarli.
SuperAttack

Antonio Cassano
Originario di Bari, ha trovato nel coatto romano la figura in cui riconoscersi. Tralasciando la pelle levigata come il suolo di Marte, è sicuramente degna di nota l'acconciatura sfoggiata per la gara di esordio: una bella riga in mezzo che neanche un gettone telefonico.
Sembrava l'avesse leccato una vacca.
Animalista

Francesco Totti
Er pupone, er boro de Porta Metronia, il re dello stile trash. Con grande orgoglio sottolineo che è romano de roma.
Qualsiasi cosa faccia è notizia: Totti si è messo un dito nel naso? Scoop! Totti ha fatto la cacca? Scoop! Totti si tromba Ilary? Che culo…
Per questi Europei ha tirato fuori dal cilindro un'acconciatura spettacolare: codino raccolto e treccine di contorno. Il tutto si sposa perfettamente con la sua figura di "un po' coatto un po' peones"… Verdone ha tanto da imparare da lui.
L'ultimo… dei Moicani

Infine nota di merito per Angelo Peruzzi.
Originario del Lazio pure lui – di Viterbo per la precisione – ci ha deliziato con un abbigliamento che farà moda: fratino messo "a pelle" che faceva intravedere il pelo dell'ascella.
Traspirante

Saibal "il visagista dei calciatori" Forti

link sponsorizzati

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,233 secondi dopo aver eseguito ben 32 query. Wordpress... prestazioni da urlo!