Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Urbani di Rivombrosa

Urbani di Rivombrosa


Più seguita de Il Grande Fratello, più intricata di Beautiful, senza senso come La Fattoria, Urbani di Rivombrosa è la fìscion italiana che sta tenendo col mouse sospeso milioni di internauti.

Dopo la solida conferma di Claudio Bisio con "Zelig", dopo la rivelazione televisiva "Libero" di Teo Mammucari, Giuliano Urbani propone il suo Decreto e si candida come serio pretendente ai prossimi Telegatti di Canale 5: categoria "comici italiani".

Proprio in merito all'autocandidatura da parte del Signor Ministro, la giuria di TVSorris&Canzoni ha ritenuto opportuno cambiare gruppo di appartenenza al Decreto: non più fìscion ma farsa italiana…

Urbani di Rivombrosa, in poco tempo, è diventato un successo nazionale… tutti ne parlano!
Il perchè di questo strepitoso risultato è presto detto: prendete un Ministro che al massimo sa utilizzare il Grillo Parlante (e non sempre vince), mettetelo davanti ad un PC, aprite Internet Explorer con pagina predefinita "about:blank", ditegli di navigare per capire cos'è Internet e lascetelo lavorare.

Dopo qualche ora tornate e scoprirete che:

- Il Ministro, dato che Silvio gli ha vietato di avere contatti con l'opposizione, non ha toccato la tastiera credendo che PC stesse per Partito Comunista

- Internet Explorer è ancora su "about:blank" e il Ministro sta attendendo che si carichi la pagina iniziale per avere istruzioni su dove andare

- il Ministro, nel frattempo, ha infilato il bancomat nello slot del floppy per fare un prelievo ma si lamenta perchè i soldi non escono

- La legge, incredibile, è bella e pronta per essere approvata

Questo, in sentesi, il riassunto della prima puntata. Un serial talmente appassionante che – in poco tempo – milioni di internauti avrebbero voluto soffocare il protagonista… con le loro dimostrazioni di affetto.

A questo punto iniziano i colpi di scena. Nell'arco di poco più di un mese: il Decreto viene approvato, poi forse ritirato, poi modificato…

Gli Italiani non ci capiscono più una sega ma continuano a seguire con interesse la vicenda. La considerazione del protagonista da parte di tutti si ingrandisce velocemente… c'è persino un fan che raccoglie ben 750 bigliettini da portare al Ministro a dimostrazione della sua notorietà.

Dalle Alpi alla Piramidi, dalla Pianura Padana alla Salerno-Reggio Calabria, dalla Laguna al futuro ponte sullo stretto, ci si pone sempre la stessa domanda: come andrà a finire la storia?

Per adesso non ci è dato saperlo… siamo tutti in attesa delle ultime puntate. Intanto è notizia di ieri che il Senato ha approvato in via definitiva il Decreto Legge Urbani. Ma c'è da aggiungere che il Senato ha anche approvato un ordine del giorno che impegna il Governo ad una modifica in tempi brevi delle norme sulle sanzioni penali per chi diffonde materiale audiovisivo, sul bollino virtuale SIAE e sugli aumenti per i dispositivi di conservazione digitale.

In pratica, allo stato attuale delle cose, la situazione di alcuni punti cruciali è questa:

A) Se scaricate materiale audio-visivo da Internet potreste finire in galera… magari accanto a qualche maniaco sessuale così vi passa la voglia di scaricare i porni.
Se invece avete cercato e scaricato l'ultima canzone di Tiziano Ferro in galera ci dovreste finire a prescendire per oltraggio al pudore.

B) La SIAE è stata acquistata dalla Chiquita. Visto che in una Repubblica delle banane non poteva mancare la famosa multinazionale, anche la SIAE si è adeguata ed ha ottenuto l'introduzione, nel Decreto, di un bollino virtuale da inserire nei siti Web che presentano opere d'ingegno.
Probabilmente il bollino servirà per controllare i gas di scarico e i freni delle canzoni… non sia mai che si scarichi un MP3 pericoloso per la guida.
Anche le canzoni di Pupo e di Cesare Cremonini avranno il bollino… sebbene riesca difficile classificarle come "opere d'ingegno".

C) Viene introdotta una tassa sui supporti di memorizzazione digitale di 0,36 euro per GByte e una tassa sui software di masterizzazione da corrispondere alla SIAE. La stessa società – si apprende – farà pervenire i soldi raccolti agli autori di opere d'ingegno. A questo punto mi viene da pensare che la SIAE voglia emulare le "Suore Carmelitane dello Spirito Santo"… non fiori ma opere di bene!
Tutto questo si traduce in un inevitabile aumento dei prezzi a cui si aggiunge un'ulteriore disgrazia: se da oggi, infatti, comprerete un CD-Rom vergine per masterizzare il filmato della comunione di vostro cugino, sappiate che avrete contribuito al sostentamento anche di Dj Francesco… ma io certi "autori di opere d'ingegno" li voglio sopprimere, non aiutare!

Per adesso Urbani di Rivombrosa finisce qui… tutto è rimandato alla prossima – speriamo ultima – puntata dopo la quale si potrà finalmente stilare (cazzo come parlo forbito oggi) un bilancio definitivo sul Decreto.

Andremo tutti in carcere? Pupo organizzerà nuovi concerti grazie ai contributi SIAE? Tiziano Ferro vincerà il Festivalbar? Bhè… a tutte queste domande speriamo di dare risposta negativa.

Per adesso sono sicuro solo di una cosa: con tutte le tasse che abbiamo in Italia ormai è dato certo che il tasso è l'animale che scopa di più al mondo… se rinasco voglio essere un tasso!

Io ci scherzo sopra ma per chi vuole approfondire seriamente l'argomento consiglio:

Webnews.html.it
Punto-informatico.it

Saibal "ringrazio tutti i miei fan che mi hanno linkato… se mi denunciano è colpa vostra" Forti

link sponsorizzati

Consiglialo su Facebook

Scrivi un commento

Commenti totali: 2


  1. Mi spiace se ti denunciano, ma continuerò a linkarti dovunque! :-)

    Almeno avrò qualcuno che mi fa compagnia in galera…

  2. saibal… sei sempre il migliore!

    nessuno potrà mai 'farti del male'!

Lascia un Commento

Iscriviti alle discussione senza commentare

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,177 secondi dopo aver eseguito ben 54 query. Wordpress... prestazioni da urlo!