Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Ho visto cose... [19 Giugno 2005]

Ho visto cose… [19 Giugno 2005]


D'estate – si sa – il fine settimana è dedicato al mare: via le tute di pelle e largo ai costumi colorati a fiori… tranne per Ciccio che usa il perizoma leopardato (ma questa è un'altra storia).
In questo periodo la classica domenica in moto di Hornet900.com non è più la regola ma una bella eccezione. Allora la gita del 19 Giugno diventa un evento a cui non si può mancare, di quelli che sei pronto a macinare tanti chilometri e non vedi l'ora di partire.

L'appuntamento viene fissato alle 9.00 di mattina, quando la gente normale ancora dorme. Ma per noi non è un problema, anzi: se si fosse deciso di partire alle 6.00 è sicuro che qualcuno disposto a venire si sarebbe trovato.
Proprio perchè la voglia di flettere la moto in curva è tanta, Barbara – ormai storica navigatrice nonchè "ragazza cubo" del gruppo – ci è andata giù pesante ed ha preparato un itinerario che sembra preso da una tappa del Giro d'Italia: 350 chilometri di puro divertimento per arrivare fino Scanno.

Non è poi tanto strano, quindi, se questa volta sono tutti puntuali e la partenza avviene in perfetto orario. Siamo in 12 con 9 moto e solo in 3 hanno marcato visita:

- Barbara è assente giustificata per problemi alle budella. E siccome noi le siamo vicini, per solidarietà ci siamo fatti il budello di Monte Bove. Se non è amicizia questa.

- Vinni è assente ingiustificato. Gira voce abbia preferito una noiosissima giornata di mare tra tette e culi al vento; inutile dire che il suo gemello diverso Ks34 sia rimasto figlio unico.

- Barabba è assente per cause di forza maggiore. Il suo spirito, comunque, è con noi e quindi – anche questa volta – dedichiamo il giro alla sua memoria.

Di cose ne sono successe tante, a partire dal cambio di destinazione deciso a metà tragitto. È d'uopo a questo punto passare direttamente alle pagelle:

PREMIO "AGNELLO SACRIFICALE"
In ogni gruppo di motociclisti ci sono dei ruoli: c'è chi fa l'apripista, c'è chi fa il gregario, c'è chi chiude la fila e c'è anche chi – alcune volte – si fa impalare per il bene comune.
Quale centauro rispetta, sempre e comunque, il codice la domenica in moto? Quale motociclista al mondo non ha mai osato un pochino per le strade extraurbane? Chi è senza multa scagli il primo bloccadisco quindi.
In una situazione dal vago sapore fantozziano, Tony si è sacrificato per espiare le colpe di tutti e vince questo premio con onore.
Il fattaccio è accaduto quando la colonna ha incrociato un posto di blocco della stradale. Il primo a passare è stato Saibal, mettendo in allerta il pacifico agente che stava multando una povera vecchia per eccesso di prudenza; a qualche secondo di distanza sono passati il "tranquillo" Ks34 (che stava giusto sperimentando la gomme nuove) e il "silenzioso" Gianfranco (che stava giusto sperimentando la marmitta nuova). Insomma: un bel casino.
È facile immaginare il livello di irritazione e collera del poliziotto: prima che gli scoppiasse la bile per l'eccessivo afflusso di succhi gastrici, era necessario che fermasse qualcuno. Lasciato da parte il secchiello, piazza la sua bella paletta in mezzo alla carreggiata… o meglio, direttamente sul casco del nostro Tony. Il danno è fatto.
Via via scorrono tutti gli altri componenti del gruppo e ci si ferma poco dopo una curva in trepida attesa.
I minuti trascorrono lenti ma del centauro nessuna traccia; in compenso, però, decine e decine di motociclisti ci passano davanti e questa volta non salutano… ringraziano per averli salvati. Noi, da bravi italiani medi, ci prendiamo i ringraziamenti con la promessa di riferirli al nostro eroe se – e quando – tornerà.
Per ingannare il tempo si inizia a fantasticare su cosa stia succedendo al di là della curva: c'è chi dice che non lo multeranno per eccesso di velocità… ma perchè volava basso; c'è chi è sicuro che l'agente stia usando la ghiaia a grana grossa al posto della vasellina; c'è chi si offre per riportare Tony a casa sicuro che, per i prossimi due anni, potrà guidare al massimo una moto Peg Perego.
Finalmente, in lontananza, avvistiamo il nostro eroe che – con andatura lenta e pacata – ci raggiunge. Tutto sommato è andata bene: 35 euro di multa e due punti sulla patente. Peccato: a 5 punti c'era un peluche di Valentino Rossi in omaggio.
In questo scatto potete notare Ks34 che, da buon samaritano, si avvia mesto mesto a controllare la situazione:
ks34.jpg
Immolato

PREMIO "MEDIOMAN PENSACI TU"
Ormai è assodato: dove c'è un problema c'è anche Ciccio, anzi SuperCiccio. A questo punto è lecito chiedersi: sarà mica che porta sfiga?
Eh sì! Perchè da quando lo conosco non è passata domenica senza che non intervenisse: piccoli incidenti di moto ma anche anziane che avevano perso la dentiera, gattini intrappolati sugli alberi. Tutte a lui capitano!
Gira voce che durante la settimana lo si possa vedere per le vie di Roma con una sensuale tutina elastica a pois verdi e gialli, sempre pronto ad intervenire affinchè il bene trionfi sul male.
Questa domenica è stata la volta di un trattore con un carico di fieno che, grazie ad un mozzicone acceso e all'esilarante golardia di alcuni paesani, ha preso fuoco proprio sotto le fronde di un albero. Insomma: un pericolo gravissimo!
Al grido di "Ci piscio sopra! Ci piscio sopra!", SuperCiccio era seriamente intenzionato ad intervenire. Dopo aver indossato il costume e il mantello ha iniziato ad urlare frasi sconnesse quali "Adesso tiro fuori il mio super-idrante!" oppure "La pioggia dorata vincerà sulle fiamme dell'Inferno". C'è voluta la forza di 4 persone per farlo tornare alla ragione.
Potrei continuare il resoconto citando i 3 amari bevuti dopo pranzo oppure potrei ricordargli che ha rischiato il linciaggio da parte di tutti per via delle sue battutine al vetriolo. Ma non vorrei infierire più di tanto… d'altronde ci ha già pensato Madre Natura.
In questa foto potete vedere Ciccio in procinto di trasformarsi in SuperEroe. Non ha neanche la decenza di andare in un cesso pubblico.
superciccio.jpg
Paladino

Tags:

Pagina: [1] 2

link sponsorizzati

Consiglialo su Facebook

Scrivi un commento

Commenti totali: 3


  1. ducati is the way

  2. Sei troppo un figo O_o ti devo conoscere!

  3. voglio andare in moto con saibal

    mi porti a fare un giro???

Lascia un Commento

Iscriviti alle discussione senza commentare

link sponsorizzati

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,276 secondi dopo aver eseguito ben 59 query. Wordpress... prestazioni da urlo!