Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Campagna contro il degrado urbano di Roma

Campagna contro il degrado urbano di Roma


Il manifesto che vedete fa parte dell’ultima campagna contro il degrado urbano lanciata dal Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

decoro urbano

Il significato che si vuole trasmettere è chiaro: i padroni che non puliranno i marciapiedi dalle deiezioni dei propri cani saranno multati con 250 euro.

Ciò che mi ha lasciato perplesso, leggendo questo annuncio sulla fiancata di un autobus, è lo stile intimidatorio utilizzato nella comunicazione. Probabilmente saranno rimaste colpite piacevolmente le persone che non posseggono un animale e magari avranno approvato l’iniziativa con un’esclamazione di elogio.
Ma i veri destinatari, ovvero i padroni dei cani, in che modo avranno accolto il messaggio? O meglio: la campagna avrà raggiunto il suo scopo?

A mio avviso la pubblicità è concepita in maniera poco efficace; il rischio principale è di non riuscire a raggiungere il pubblico specifico a cui è rivolta.
Mai come in questo caso, ma anche in quelle circostanze in cui è necessario promuovere un messaggio di sensibilizzazione, sarebbe stato opportuno utilizzare la tecnica convenzionale delle kkk: kiss, kick, kiss (traducibile con carezza,calcio, carezza).

Per chi non la conoscesse la riassumo brevemente. E’ una tecnica tanto semplice quanto diffusa che si prefigge di passare un’ informazione forte, d’impatto, a volte grave inserendola tra due considerazioni positive, quasi affettuose.
Cosa si ottiene in questo modo? L’apertura mentale, la predisposizione e la concentrazione del destinatario sul messaggio basilare.

Una comunicazione troppo diretta o intimidatoria, soprattutto nei casi di campagne di sensibilizzazione piuttosto che normale marketing, porta alla chiusura protettiva dettata dal subconscio. Non viene assimilato ciò che non si accetta o non si capisce.

In questo specifico caso l’attenzione non si sofferma sull’informazione vera e propria:

“Aiutaci a tenere puliti i marciapiedi che sono di tutti”

ma sulla frase aggressiva rivolta al lettore (in particolar modo ai padroni di cani):

“Ti costerà molto”

Anche lo slogan finale ha qualche elemento che stona:

“Arrivano le multe per chi sporca Roma”

Quasi fosse una lieta notizia a totale vantaggio dei cittadini. Peccato che le multe non siano mai una buona notizia per chi deve rispettare le regole. Meglio andarci cauti.
Per non parlare del cartellino con il prezzo che sembra attaccato alla coda del cane. Avete mai provato a trattare come un oggetto il cane di una persona? Nella più rosea delle ipotesi vi risponderebbe che tiene più al suo animale che agli uomini.

Forse sarebbe stato più opportuno impostare la pubblicità in maniera più morbida. La butto lì senza averci pensato troppo.

Purtroppo sono negato con la grafica e mi è stato impossibile realizzare una seppur embrionale bozza grafica. Lavoriamo di fantasia e immaginiamo un cane dolce e carino, magari un bassotto, con una paletta raccoglitrice in bocca; vicino a lui si vedono le gambe del padrone e una parte del guinzaglio. L’animale scodinzola e trasmette chiaramente la voglia di giocare. Stanno per uscire.

Sopra la foto c’è lo slogan iniziale. Un messaggio morbido, che colpisce la sensibilità del padrone e i suoi ricordi.

Qualcosa come:

“Non si è mai troppi adulti per giocare. Divertiamoci a tenere pulita la città”

L’immagine del cane è al centro del manifesto seguita poi dal claim principale (il vero fulcro della pubblicità):

“Il marciapiede è di tutti. Chi non rispetta le regole del gioco paga pegno: 250 euro.”

Infine la considerazione finale che inquadra la pubblicità e trasmette la positività dell’operazione:

“Nuova campagna per il decoro urbano. Roma Capitale più pulita per tutti”

Credo sia facile individuare lo schema delle 3 k…

Da questo contributo si evince come sia poco favorevole ai messaggi “forti” presenti sui pacchetti delle sigarette. Ho la convinzione, speriamo errata, che non siano utili al raggiungimento del loro, nobile, scopo. Ma questa è un’altra storia…

p.s.
chiunque voglia realizzare il manifesto riceverà una paletta in omaggio direttamente dal Sindaco Alemanno :-)

link sponsorizzati

Consiglialo su Facebook

Scrivi un commento

Commenti totali: 3


  1. Ottima analisi!

  2. Sapete dove poso trovare le foto dei altri manifesti di questa campagna? (specificamente quello contro il graffiti)

    Grazie

  3. ciao,
    io le ho trovate sul sito del comune di Roma (sezione Decoro Urbano) ma in questo momento i documenti pdf non sembrano raggiungibili

Lascia un Commento

Iscriviti alle discussione senza commentare

link sponsorizzati

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,407 secondi dopo aver eseguito ben 72 query. Wordpress... prestazioni da urlo!