Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Webbit 03: la rivoluzione è in atto

Webbit 03: la rivoluzione è in atto


Rivoluzione, novità e tanto pubblico. Potrebbe essere riassunto così il Webbit 2003, l'attesissima fiera padovana quest'anno anticipata al mese di Maggio.

La formula vincente, che ha caratterizzato le due passate edizioni, è stata rivisitata e corretta per dare maggiore rilievo a seminari e workshop a scapito, probabilmente, di alcuni particolari organizzativi. A conti fatti si potrebbe dire che è stata un'edizione non proprio impeccabile anche se la buona volontà non è mancata. Continua a leggere…

Webbit 03

Webbit 03


Il paesaggio intorno a me scorre veloce ma io sono fermo… ragionandoci sopra qualche secondo capisco che non sono gli effetti di una canna bensì mi trovo in treno di ritorno dal Webbit.

Per il secondo anno consecutivo, infatti, ho fatto tappa a Padova per una tre giorni in cui dividermi tra cene, incontri ed internet.
L'incontro, adesso che è tempo di bilanci (anche perchè in questo vagone non ho un cazzo da fare ), è sicuramente positivo… anche se non manca qualche neo.

In poche centinaia di righe cercherò di riassumere il Webbit 03, anzi, "Il mio Webbit: sensazioni, ricordi e avventure di un cazzone in trasferta. Il tutto rigorosamente in ordine sparso".
Un articolo sicuramente alle antilopi rispetto a quello più formale e serioso scritto per Html.it (vabbè… in effetti mica potevano pagarmi per scrivere minchiate ).

La partenza era fissata per Venerdì 9 Maggio alle ore 6.55 della mattina con il treno – il papi aveva l'elicottero in riparazione.
Per evitare la folle corsa dello scorso anno (bilancio: 2 pedoni sfiorati e un cassonetto preso… non male) ho deciso di passare la notte in bianco e i risultati si sono visti: nessun ferito accertato ma in compenso un sonno della madonna.

Dopo aver gustato un buonissimo caca-caffè con Cyberman, il mio compagno di viaggio, è partita ufficialmente l'avventura che mi avrebbe fatto posare, di lì a poco, le mie grasse chiappe nella città di Patavium.
Tutti e due sfatti dal sonno (le borse sotto agli occhi di Cyber assomigliavano a due bauli della Samsonite) decidiamo entrambi di fare una pennichella. I nostri sogni – è proprio il caso di dirlo – vengono infranti quasi immediatamente da una comitiva di ragazzini piccoli e brufolosi che, evidentemente, hanno avuto il buon gusto di rompere le palle non solo alla maestra… ma a tutto il vagone.
Bestemmie a parte, le quattro ore di viaggio scorrono veloci e, in perfetto orario, scendiamo al binario 3 della stazione padovana.

Qualche minuto per cercare un taxi e poi via, diretti verso il lussuoso Grand Hotel "Alla fiera"… ex manicomio padovano ristrutturato da una cordata di papponi locali e poi adibito ad hotel-bordello per i forestieri.

E' interessante notare che il tempo a padova sia come la cravatta di Berlusconi: sempre uguale.
L'anno passato l'evento era stato organizzato ad inizio luglio: caldo della madonna, afa e qualche sprazzo di pioggia.
Quest'anno, invece, siamo ad inizio Maggio: caldo della madonna, afa e qualche sprazzo di pioggia.
Eccheccazzo! Come sono monotoni qui a Padova

In albergo ho provveduto ad una manutenzione straordinaria del mio corpo: lavati i denti, cambiata l'acqua allo squalo, sciacquate le ascelle. E' giunto finalmente il momento per entrare in fiera… fortunatamente siamo a 50 metri dall'ingresso principale.
Nell'edizione passata era filato tutto liscio: avendo il preaccredito ci erano voluti circa 5 minuti per entrare in possesso dell'agognato pass.

Mentre mi avviavo all'ingresso pensavo che forse questa volta ci sarebbe voluto qualche minuto in più dato che, da notizie certe e obiettive (TG4), era data per sicura una maggiore affluenza di pubblico.

Finalmente ero dentro e, con mio grande stupore, non c'era fila! Ma allora qualcuno lassù esiste!
Sì…esite.. ma per prendermi per il culo!
Infatti la gentile e gnoccolosa signorina, con poche ma giuste parole, ha resettato tutte le mie speranze: "Ciao, l'entrata con il preaccredito è lì dietro".

Bene! Solo che "lì dietro" significava un'ora e mezza di fila…

Vabbè… dopo tutto può succedere qualche imprevisto. Mi rifarò con la mega rete LAN all'interno della fiera.
Con la schiena sudata, la bocca secca come se avessi avuto un cammello morto in gola, finalmente ho il pass…

EHI GENTE! SAIBAL E' ARRIVATO!

Giustamente non mi si è cagato nessuno e quindi mi sono diretto mesto mesto verso la mia postazione che il grande Bubu77 mi aveva gentilmente riservato vicino a lui e a Chris (ciao bello).
Ancora qualche minuto e il Saibal-portatile (prestato dal Boss Valente in persona) era in rete a fare casino con gli altri.

Ovviamente la prima cosa che faccio, oltre a fare un rutto , è andare a controllare il mio amato forum… e qui la prima grossa sorpresa: sembra di muoversi con un 56K.
Che abbiano messo dei criceti a far girare i server? Oppure, come al solito, è colpa di mamma Telecom? Anzi: è colpa di Berlusconi… ATTENTATO!!

Vabbè… sarà un problema momentaneo. Un imprevisto (e due) può anche succedere. Consoliamoci scaricando qualcosa dalla rete interna.

Ohhhhhhh… almeno qui c'è qualcosa che funziona alla grande… soprattutto perchè c'era gente veramente schizzata. La palma del vincitore va sicuramente al tipo che aveva un server con ben 600 GigaByte di materiale da scaricare: mp3, DivX e tutto di più…cazzo! Sembrava di stare nel mondo dei balocchi. Alla faccia della SIAE!

Tra un film e una canzone è tempo anche per iniziare un po' di relazioni pubbliche. Html.it non aveva lo stand ufficiale ma, anche in questa edizione, ci siamo distinti per la partecipazione di numerosi membri del forum.
Alcuni nomi in ordine sparso:

Netkiller, Bubu77, Erika, Chris, Gondor, Innovatel, Virusbye i primi che ho rivisto.

Tra baci, abbracci e prese per il culo il pomeriggio scorre veloce…e meno male perchè gli occhi iniziano a non reggere più la stanchezza.
Veloce passaggio in albergo: doccetta, riposino e poi via a cena con tutti gli altri. Tralascio volutamente un'analisi approfondita dell'incontro serale (per evitare di scrivere un romanzo). Nota di rilievo per le altre persone presenti: MartinBK, Cor|nna, Kruskaiev (o come cazzo si scrive), Brenz, Shores, Memole (baci), Ary e "sorella", Saintex, Antonello (un uomo un mito)… e poi lui… come chi? LUI! no…non Silvio Berlusconi… molto di più: Xegallo.

Voi giustamente vi starete chiedendo chi cazzo sia… e a domanda rispondo. Xegallo è il mio più grosso errore mai commesso sul forum di Html.it.
In una uggiosa notte di qualche mese fa è stato nominato, da me medesimo, moderatore del forum Programmazione.
Se Emilio Fede è una minaccia per la salute mentale di mezza italia, Xegallo è una calamità naturale per l'universo intero. Dove passa lui non cresce più nulla… anche a causa dell'alito perennemente alcolizzato.

Sorvolo sugli avvenimenti salienti. Voglio solo far notare l'esistenza di materiale fotografico che testimonia Xegallo mentre mi lecca il collo. Dopo questo avvenimento si è conclusa la cena… tutti a ninna. Tranne Xegallo che, a quanto pare, è andato a giocare a pallone alle quattro della mattina… e si è fatto pure male!

Il sabato è trascorso in modo simile al venerdì: download, risate, incontri. Nuova ondata di arrivi forumistici:

DonFabio, Antalisin, Nicky, Lufo, Mame01, Daniele, Paranoid, Cultoz.

In serata, dopo l'ennesimo numero di Xegallo durante la cena, decido di andare in fiera per lavorare un po' dato che non avevo combinato nulla durante tutto il giorno.
Felice come un maiale pakistano perchè ero sicuro che sarei riuscito a navigare in pace (erano pure le tre della mattina), iniziano i problemi: la rete esterna non va. E' più inchiodata di una Fiat Punto Diesel… porca trota!
Mi guardo intorno più incazzato che mai… e lo spettacolo che mi si presenta non fa altro che farmi incazzare ancora di più: tutte le persone presenti SONO FELICI!!
A nessuno girano le palle perchè la rete esterna non va… sono l'unico cazzone che c'ha le madonne perchè non può nagivare.
La maggior parte dei ragazzi sta giocando sulla rete interna; una decina di persone si sta dedicando a sport estremi come il calcetto o il freesbee; alcuni fanno colazione con pane e nutella; uno dietro me si è addirittura addormentato sulla tastiera… ma nessuno è INCAZZATO!!! Nessuno si lamenta!!! Ma com' è possibile??

E vabbè… me ne faccio una ragione. D'altronde se il 99% dei ragazzi presenti è felice allora vuol dire che lo sbagliato sono io.
Dopo essermi rassegnato inizio a muovermi nella rete interna scaricando di tutto.
Con l'hard disk pieno zeppo di roba me ne vado a ninna verso le 5.00… con un sorriso idiota sulle labbra per aver scaricato un bel pornazzo.

La domenica va via velocemente…anche perchè, sfatto dal sonno, sono arrivato in fiera verso le 11.30.
Dopo gli ultimi contatti con, tra gli altri, Luca200, FalcoBS, Fabio Heller, Stefanogroove, scattiamo le foto ricordo di rito… anche quella in stile Qpirrone.

Baci, abbracci, pacche sul culo… si fanno le 14.30… ora in cui il Saibal si congeda salutando tutti.

Qualche considerazione semi seria.
Facendo una somma generale si ottiene un risultato contrastante: rispetto all'edizione precedente c'è stato un passo avanti nell'organizzazione dei workshop e dei seminari. La novità più rilevante è stata l'introduzione degli attestati rilasciati al termine di un breve percorso formativo. Ovviamente non ci si aspettava di diventare esperti del settore con questi mini-diplomi ma, sicuramente, è stato un esperimento interessante.

Nota positiva per tutti workshop in generale. Ovviamente, e non poteva essere altrimenti, la maggior parte dei seminari erano di livello base. Alcuni, e mi riferisco soprattutto ai gruppi indipendenti sulla sicurezza, erano invece di notevole interesse… anche grazie all'organizzazione di dimostrazioni e gare live.

Solito problema che si ripropone ogni anno e che è da mettere in bilancio: la difficoltà di esposizione di alcuni relatori. Ci si può imbattere nel più bravo programmatore o sistemista della rete… ma a nulla varrà il suo sapere se non sarà capace di trasmetterlo agli altri (bella frase ad effetto ve'? Stile Henry Ford )
Come dire: "la potenza è nulla senza controllo" (by Rocco Siffredi).
Peccato. Alcuni temi erano interessanti… ma se chi li esponeva ti faceva venire il latte alle palle non c'era altra soluzione che andarsene o dormire.

L'evento caratteristico del Webbit dovrebbe essere l'arena: una vasta superficie in cui posizionarsi con il proprio pc.
L'impressione che ho avuto è che quest'anno la rete aveva seri problemi…che sia stata infettata dalla SARS?

Per evitare I casini dell'edizione passata, quest'anno si era deciso di mettere dei limiti di banda. Ok… se può servire a far andare tutto al meglio ben venga.
Ma siamo sicuri che la rete fosse in grado di reggere il carico? La LAN interna andava bene ma la rete esterna? Di giorno era lenta, di notte addirittura non andava… eccheccazzo!

Nel 2001, complice anche una minore affluenza di pubbico e sicuramente una maggiore cura della connessione da parte dai tecnici della SUN, la rete era una scheggia.

Nel 2002 non c'erano stati grossi intoppi e tutto sommato si viaggiava bene.

Nel 2003 il tracollo. Probabilmente un calcolo errato nell'affluenza di gente (molte postazioni sono state aggiunte a Webbit iniziato) e alcuni problemi di non specificata natura tecnica, hanno fatto collassare l'intera linea.

Fortunatamente il popolo del Webbit è tranquillo e ama alla follia il P2P. Che una grossa fetta di pubblico decida di partecipare solo per scambiare file o per giocare è risaputo… ecco perchè, forse, nessuno si è arrabbiato

Speriamo però che la manifestazione non diventi solo ed esclusivamente un evento in cui scambiarsi materiale musicale. Il Webbit è e deve restare un momento importante per tutti gli appassionati di internet in generale: programmatori e smanettoni.

E adesso mi godo finalmente la mia connessione ADSL di casa.

Baci ai pupi!

News volante dal webbit

News volante dal webbit


Sono le 3.29 della mattina e mi trovo al webbit a bestemmiare in pakistano perchè la rete esterna non va.

Voglio dire… ho pagato per avere una postazione LAN… e fin qui tutto ok.

Pur avendo fatto il preaccredito ho dovuto fare una fila di un'ora e mezza per entrare… e va bene.

Solamente grazie a i miei amici avevo un posto sui tavoli principali, altrimenti mi sarei dovuto accomodare su una delle varie postazioni aggiunte in seguito… e passi.

Ma la rete esterna non funziona! E NO CAZZO!!! NON POTETE FARMI QUESTO!!! porca trota!
Se vengo al webbit è anche perchè ci dovrebbe essere una LAN della madonna che ti permette di navigare tranquillamente… e invece non va una bega.

Per tutto il giorno è andata lenta (il mio 56k è più veloce)… ho pensato che fosse per i vari limiti imposti quest'anno… vabbè ci posso stare.

Ma porca maiala, almeno alle tre della mattina mi aspetto di andare più veloce di un Commodore 64!
E il forum di Html.it adesso come cazzo lo controllo?? e il mio sito chi lo vede?

Per inserire questa news ho dovuto votarmi a Padre Pio chiedendo la grazia… ma è giusto secondo voi? A chi giova tutto ciò? Cui prodest?

E non venitemi a dire che è colpa della Telecom che questa scusa vale solo per i vostri abbonamenti ADSL di merda da casa :

Ma la cosa ancora più bella è che qui nessuno, a parte me, è incazzato! Solo a me girano come due pale di elicottero!
C'è gente beata che sta giocando da almeno 18 ore filate in rete; qualcuno si diverte con il freesbee; c'è un tizio dietro a me che si è addormentato sulla tastiera (giuro!)…. ma nessuno si incazza!! Ma dove siamo??? In un mondo virtuale?

Se fosse successa una cosa del genere a Roma sarebbe scoppiata come minimo una mega rissa… a calci in culo l'avrebbe fatta andare la connessione.

L'unica nota positiva di questa serata è che la rete interna va bene… soprattutto perchè c'è un folle che si è portato un server con 600 GB di roba da scaricare… mitico!

Vabbè… vado a scaricarmi un pornazzo e poi mi butto a letto più incazzato che mai…

Il prossimo anno il webbit lo faccio a casa mia… sicuramente reggo almeno 10 connessioni
Spero domani di riuscire a scrivere qualcos'altro da qui… sempre che mettano un po' di carbonella nei gateway…

baci sui vostri modem

link sponsorizzati

Webb.it: la frontiera dell'ICT

Webb.it: la frontiera dell’ICT


Nel 2001 fu una novità assoluta, quest'anno si è confermata una manifestazione di successo.

Il Webbit 2002, tecnicamente, può essere riassunto con grandi numeri: 156 megabit di linea disponibile, 1000 postazioni a cui poter connettere il proprio pc, 30.000 mq di fiera in cui muoversi, 15000 partecipanti giunti da tutta Italia, 380 seminari, grandi aziende a sponsorizzare la fiera: Adobe, Macromedia, Cisco Systems, Microsoft, Sun Microsystems, E-Tree, Infracom. Continua a leggere…

link sponsorizzati

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,500 secondi dopo aver eseguito ben 36 query. Wordpress... prestazioni da urlo!