Vai a: [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Rivisitazione della tecnica honeypot per moduli antispam senza captcha - UPDATE

Rivisitazione della tecnica “honeypot” per moduli antispam senza captcha – UPDATE


Esempio n° 3

Il terzo step proposto è sostanzialmente identico al secondo ma il codice hash, invece che nel cookie, viene salvato nel database. Ciò implica un maggior lavoro di implementazione ma forse apporta un maggior grado di sicurezza. Si potrebbero anche usare le sessioni ovviamente ma solo se la vostra architettura non prevede un cluster di server.

Per il resto la logica ed il codice sono identici all’esempio numero 2.

Pagina: 1 2 3 4 5 6 [7] 8

link sponsorizzati

Consiglialo su Facebook

Scrivi un commento

Commenti totali: 2


  1. bell’articolo! complimenti!!!

  2. l’ho provato e funziona bene come tecnica

Lascia un Commento

Iscriviti alle discussione senza commentare

Torna: [ Inizio ] [ Contenuti ] [ Categorie ] [ Cerca ]

Pagina renderizzata in soli 0,478 secondi dopo aver eseguito ben 61 query (20 in cache). Wordpress... prestazioni da urlo!